Skip to content

Posts tagged ‘facebook’

14
feb

¿Cuanto se usan los Social Media en momentos de emergencia?

Problemáticas como las que estamos viviendo en todo el norte de Africa o en Haití, son ejemplos en los que las redes sociales han jugado un papel fundamental.

El 44% de personas usarían las redes sociales en caso de emergencia, un 52% usaría el SMS.

Facebook tiene alrededor de 500 páginas dedicadas a la gestión de emergencias, y Twitter supera el 1.200.000 de agencias CDC y más de 250.000 agencias de Cruz Roja.

Aquí podéis ver vosotros mismos:


Share
30
nov

Jumo, il nuovo social network solidale

Chris Hughes, co-fondatore di Facebook, presenta oggi Jumo, un social network sensibile alle cause solidali.

Non sono ancora in grado di spiegare in profondità quali siano i punto più interessanti, è troppo presto.

Su Jumo, ogni causa sociale è un flusso di notizie. Di questo modo gli articoli correlati, missaggi di Twitter e video su YouTube si aggiungono alle pagine degli utenti. Ovviamente è legato a Facebook, quindi è possibile trovare gli amici tuoi che sono iscritti qui.

The New York Times parla sull’intenzione di Hughes. Diciamo, che non è un progetto molto innovativo, Facebook ha già fatto una applicazione simile, ma questa vuole arrivare più in la, vuole fare diventare il sito una forza politica effettiva .

Lo scopo principale è sensibilizzare all’utente su queste cause e informare bene.
Vincolare ed informare.

Non vuole fare concorrenza a Facebook, è partito con più di 3000 iniziative, ma ogni utente con una missione o progetto può creare una pagina. Cerca di aiutare, cerca di coinvolgere, cerca d’informare.

Vediamo come cresce questo progetto, dal mio parere sembra una iniziativa molto interessante, poi il tempo, il potere e l’intenzione ci dirà il resto.


Share
13
oct

Facebook – Anche qui si possono perdere amici

Si, lo so, leggendo il titolo di questo post uno può pensare che stiamo diventando matti con i Social Media, e forse ha ragione … Ma sicuramente non è una cosa banale e ne meno una moda.

In tutto questo è chiaro che Facebook gioca un ruolo fondamentale. Facebook è un social network per essere in contatto con tuoi amici, quelli che hai fatto nel mondo off-line ovvero nel mondo reale, e poi serve per fare nuovi amici. Ma uno studio realizzato per Christopher Sibona nella Scuola di Business della Università di Colorado a Denver (EEUU) dove ha studiato 1500 utenti di Facebook con i quali a scambiato opinioni e questioni per email e Twitter ci porta a conoscere le ragioni per qui qualcuno si vorrebbe cancellare amici su Facebook.

“I tuoi cento post sul gruppo di musica preferito non interessa a nessuno” dice Sibona. Dire cazzate o cose troppo personali è la prima causa per essere cancellato, in poche parole, essere irrilevante non piace. Una seconda ragione per cancellare un amico su Facebook è l’estremismo, quelli che scrivono su religione o politica molto polarizzati, commenti razzisti o offensivi.


Insomma, diciamo che questo studio ci viene a confermare come i social media cominciano ad essere uno strumento comune è pratico nella nostra quotidianità, per qui la moda dello assurdo non colpisce più e quello che ci interessa sono le cose vere e sincere. Cavolo, forse come nella vita reale?

Share
5
oct

12 motivi per i quali Facebook può cancellare il tuo account

Attenzione le aziende che usano Facebook per le sue promozioni o servizi. Facebook comincia ad essere più duro con certi “movimenti”. Non sono soltanto motivi per crearti una mala reputazione seno anche si rischia la cancellazione dell’account.


– Fare finta di essere una persona / Nomi falsi / doppie account
– Usare profili personali per i business
– Pubblicare contenuti senza rispettare i diritti di autore.
– Importare troppi RSS feeds
– Promozioni di aziende in altri muri, fan page o gruppi
– “Scraping information off facebook”, detto in un altro modo, copiare o prendere informazione di facebook (di altri utenti per esempio)
– Inserire troppi amici di un solo colpo.
– Inscriversi in troppi gruppi
– Postare lo stesso contenuto in molti muri
– Postare links (promozioni o no) su altri post o missaggi
– Inviare troppi pokes in una volta
– E sopra tutto non fare Spam. I social network sono per parlare, capire, comunicarsi, condividere …

Dobbiamo essere in grado di creare una rete “sostenibile”, basata nel buon senso, con informazione di qualità e senza cadere nei ruoli della comunicazione tradizionale.

Se hai qualche opinione o consideri che ci siano punti d’aggiungere, lascia un tuo commento.


Share
WordPress SEO fine-tune by Meta SEO Pack from Poradnik Webmastera